Settembre: 7 buoni propositi da segnare in agenda

 

Arriva settembre, mese che segna la fine dell’estate e delle vacanze e che richiama tutti alla dura realtà, quella fatta di lavoro, impegni quotidiani, casa, famiglia. Ma settembre è anche il mese dei buoni propositi, propositi che danno al primo settembre un significato simile al primo gennaio. Con l’arrivo del nuovo anno in genere tutti noi facciamo una lista delle cose da fare, dei sogni da realizzare, degli obiettivi che vogliamo raggiungere. Dopo la pausa estiva il confronto con quello che durante l’anno abbiamo fatto e realizzato è inevitabile. Mancano solo 4 mesi alla fine del 2017 e fare qualche bilancio non solo è normale, ma è decisamente utile. Utile per capire dove dobbiamo riaggiustare il tiro, come e cosa possiamo fare per migliorarci e migliorare la nostra vita. Settembre è anche il mese perfetto per fissare nuovi obiettivi, cominciare quel corso che ogni anno viene rimandato per mancanza di tempo (o per pigrizia) o per fare un cambiamento salutare. Ecco i sette buoni propositi da scrivere in agenda e qualche piccolo suggerimento affinchè non rimangano tali e si trasformino in azione!

Fissa il tuo obiettivo

È fondamentale. Senza l’obiettivo saresti come una barca in balia del vento e delle onde, che procede senza direzione. L’obiettivo è la tua bussola, e ti guida verso la meta, passo dopo passo, giorno dopo giorno. Ricorda però che l’obiettivo deve essere S.M.A.R.T, ovvero: specifico, misurabile, accessibile, realistico, time based (temporizzabile). Scrivere un obiettivo vago non funziona: se per esempio il tuo obiettivo è essere felice, devi individuare cosa significa per te essere felice. Altrimenti stai parlando di qualcosa di troppo generico che non ti permette di individuare le azioni da compiere per raggiungere la felicità.

Scrivi qual è la cosa che dici da tempo di voler fare e che ancora non hai fatto.

Se davvero vuoi farla, e ancora non l’hai fatta chiediti perché! Se si tratta della famigerata iscrizione in palestra che dal primo gennaio a oggi hai continuato a rimandare trovando mille scuse (il raffreddore, il freddo, il troppo lavoro, le vacanze pasquali, i ponti, tanto tra poco arriva l’estate e chi me lo fa fare…) allora c’è qualcosa che non va. Se è vero che alcune situazioni richiedono risorse, tempo ed energia che, in alcuni momenti, non si hanno realmente a disposizione, è pur vero che un cambiamento per essere fatto richiede un’azione. Il cambiamento genera cambiamento. Rimanendo fermi è difficile che qualcosa si smuova. Poniti allora due domande: “Cosa mi ha impedito finora di fare questo passo?”; “Quale azione posso cominciare a compiere per realizzare il mio sogno?”

Ringrazia ogni giorno

È importante, perché serve a farti ricordare le cose che hai, e spesso sono molte di più di quelle che non hai. Inoltre abituarsi a ringraziare ogni giorno ti aiuta a non cadere nella spirale dei pensieri negativi, che possono sopraggiungere quando le cose vanno male e tutto (per qualche misteriosa legge della natura) sembra remare contro di te. Ringraziare per quello che hai, ti permette di vedere le cose in prospettiva e ti aiuta a non depotenziarti. Se pensi sempre a quello che non hai raggiunto o che non hai fatto inevitabilmente proverai un senso di fallimento e depotenziamento.

Fai sport

È scientificamente provato: fare sport aumenta la produzione di endorfine, sia nei maschi che nelle femmine, del 500%. E sicuramente lo hai provato anche tu sulla tua pelle, ogni volta che uscendo dalla palestra percepivi una sensazione di euforia e di benessere. Lo sport fa bene. Uno stile di vita fisicamente attivo è paragonabile all’elisir della giovinezza: è infatti uno dei segreti per vivere più a lungo, più sani e felici. Se nel tempo libero la tua attività preferita è quella di passare dal divano alla poltrona guardando la tv e mangiando patatine è decisamente tempo di cambiare abitudini!

La tua parola chiave

Scrivi la tua parola chiave sul tuo diario, su un post it da appendere in vista sulla tua camera, sullo specchio del bagno, o sul frigorifero se hai deciso di cominciare una dieta. Questa parola sarà un po’ come il tuo mantra, il motto a cui ispirarti. Lo scopo è quello di ricordarti qual è la motivazione più profonda che ti guida. La mia è “Cresco in ogni direzione”.

Elimina una cattiva abitudine

Inserisci nella tua lista una cattiva abitudine che vorresti eliminare. Senza scadere nel salutismo, le cattive abitudini non sono solo il fumare e il bere troppo, anche se eliminare le sigarette non sarebbe un’idea malvagia. Una cattiva abitudine può essere quella di usare il cellulare in ogni momento della giornata. Passare buona parte del proprio tempo a rispondere a messaggi WhatsApp, a pubblicare foto, fare selfie, sono tutte azioni che non ci permettono, paradossalmente, di godere e vivere intensamente quello che ci circonda. Me ne sono resa conto qualche giorno fa, quando dinanzi a uno splendido tramonto ho cominciato a fare una serie di foto con l’intento di inserirle nello stato WhatsApp. A un certo punto mi sono bloccata, come guidata da una vocina interiore che mi diceva che il tramonto me lo dovevo godere senza il filtro di un cellulare. Messo il cellulare da parte sono stata lì seduta in silenzio a osservare. È ne è valsa davvero la pena.

Pay it forward (Passa il Favore)

Per chi non l’avesse visto, il film di Pay it forward parla di un bambino che vive una vita difficile con la madre ex alcolizzata e un padre violento sempre assente. Un giorno a scuola il suo professore assegna alla classe un compito che ha come tema “Come rendere un mondo migliore”. Il bambino intuisce un modo per cambiare in meglio il mondo e comincia a compiere delle buone azioni, chiedendo a chi le riceve di compiere a loro volta un importante favore a tre persone differenti. Questo film mi ha toccato il cuore, proprio per l’importanza del messaggio che porta con sè.

Passa il favore, fai ogni giorno anche tu qualcosa per rendere il mondo migliore. Fallo con cuore generosità, amore e non per ricevere qualcosa in cambio. Fallo e basta, tanto una cosa è certa: il bene che hai fatto a qualcuno, anche se non ti tornerà indietro da quella stessa persona ti arriverà sotto altra forma da qualcun altro. Il bene circola. Fai qualcosa di bello per le persone, per il mondo in cui vivi. Puoi partire da piccole cose (come quella di non buttare carte per terra, o bottiglie sulla spiaggia) ma ogni piccolo gesto d’amore, sommato a tanti altri è come una goccia che riempie il mare. A fine giornata fai un breve riassunto mentale di quello che hai fatto e chiediti: quale azione ho fatto oggi che è stata d’aiuto anche per gli altri?

 

Buon inizio settembre!!

 

Manuela

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *